3 migliori aziende vinicole Slovene premiate


3 migliori aziende vinicole Slovene premiate

I sloveni siamo semplicemente troppo modesti per vantarsi del nostro vino. Nonostante il fatto che i migliori intenditori di fama mondiale continuano a premiare le nostre cantine, molti ancora non conoscono la loro importanza. In questo articolo vogliamo presentare 3 nostre cantine premiate e metterle sul meritato piedistallo.

1. Ptujska klet

La più antica cantina in Slovenia. Ptujska klet commercializza i suoi vini sotto i 3 brand diversi: Pullus, Pinky Chick e Haložan. La cantina ha una tradizione di 800 anni ed è stata premiata ben 5 volte di fila come miglior produttore nazionale da parte della giuria internazionale della prestigiosa AWC a Vienna, ufficialmente la più grande gara di vini al mondo. Circa 12.800 vini provenienti da 41 paesi entrano in gara ogni anno e vincere il premio tra una tale feroce concorrenza porta un enorme orgoglio.

Ptujska klet è riconosciuta anche al Decanter World Wine Awards, la più grande e influente gara vinicola del mondo, dove ogni anno ha vinto almeno 5 premi tra cui sempre una medaglia d’oro ogni anno. Nel 2016 hanno vinto l’oro per il loro straordinario dolce Pullus Chardonnay del 2011. Le sue qualità sono un’aroma attraente di agrumi maturi e budino di vaniglia accompagnata da una leggera nota della “muffa nobile”. La sua texture quasi oleosa sostenuta da una vivace acidità e dai freschi toni di buccia d’arancia, ananas e pompelmo. Un vino davvero brillante adatto anche per i bevitori più esigenti e selettivi.

L’azienda ha vinto la medaglia di bronzo per il Pullus Sauvignon che ha convinto i giudici con la sua favolosa aroma di lime e gelsomino. Il sapore è stato lodato per la sua ricca texture di toni al limone, olio, erba tagliata e mela verde. Questo vino ha una finitura delicata e piacevole.

Il Pullus Pinot Grigio ha ottenuto un importante riconoscimento Decanter che ognuno vorrebbe avere nella propria collezione. È stato riconosciuto per il suo carattere delicato e la fragranza di violette con l’accenno di fragole. Il gusto è elegante e fresco della texture cremosa.

2. Cantina Santomas

La cantina di Santomas va di pari passo con la tradizione, accompagnata da un tocco di modernità. Il gusto incantevole dei loro vini è un riflesso di una vera architettura istriana e di un ambiente accogliente. Questi vini vengono prodotti con una dedizione al perfezionismo e non è un caso che il loro vino viene promosso da Robert Parker, il critico numero uno al mondo, che ha premiato i vini di Santomas con alcune valutazioni davvero incredibili.

La Grande Cuvée 2006 – punteggio di 94 su 100 ha convinto con una qualità che assomiglia al Bordeaux, sia all’olfatto che al palato. Corposo, con una vibrante acidità e un’abbondanza di tannini, questo vino offre note favolose di ribes nero, tartufo bianco, fumo, terra e un tocco di cioccolato. Un vino definitivamente da provare.

Antonius Refošk 2009 – punteggio di 93 su 100. Un vino splendido da morire. Profondo, decadente e maturo, ma allo stesso tempo incredibilmente fresco e pulito. Esaminandolo da vicino si è in grado di sentire gli accenni di cioccolato, frutta scura, fumo, tartufo e liquirizia. Ha una mineralità distinta che si riconosce con i naso ed è sicuramente un vino da includere nella collezione.

Grande Cuvée 2009 – punteggio 94+ su 100. Il preferito di Parker nella classifica e una vera rock star al palato. Tartufo, frutta scura, pepe bianco e ricca corposità. Questo vino vi sorprenderà con la sua straordinaria purezza di frutta e l’acidità inerente combinata alla freschezza distintiva. Come tutti i Grande Cuvées, questo vanta anche di un aspetto incredibilmente giovanile. Secondo il consulente Claude Gros, tali vini sono difficili da gustare da giovani a causa della loro alta acidità e tannino. Tuttavia, queste caratteristiche si riconoscono stupendamente.

Un altro ottimo vino proveniente da questa tenuta è il 2008 Grand Cuvée. La sua giovinezza si riconosce con le ricche proprietà di acido, tannino e frutta che devono ancora entrare nell’armonia tra di loro. Il suo gusto raccoglie i frutti scuri, cuoio, tartufo e cioccolato. Altre qualità notevoli sono una mineralità pronunciata, un corpo pieno e la purezza del frutto, il segno distintivo e tipico della tenuta. Questo è sicuramente uno di quei vini che migliorano con l’età.

3. Simčič Marjan

James Suckling, uno dei più importanti critici del vino, le cui recensioni vengono lette e rispettate dagli ammiratori, collezionisti e commercianti di vino di tutto il mondo, hanno descritto Slovenia come paese produttore di alcuni vini unici. Visitando la regione litoranea della Slovenia, Primorska, fu particolarmente colpito dalla cantina Simčič con le sue uve biodinamicamente coltivate. A causa del sedimento naturale, molti vini bianchi provenienti da questa tenuta devono essere decantati.

Il primo a attirare la sua attenzione è stato Rebula Opoka 2011 – Un grido nel bicchiere, secondo Suckling, che lo ha valutato con 96 punti. L’Opoka è un terreno ricco di minerali che consente la produzione di alcuni vini veramente notevoli. All’interno raccoglie dei frutti molto maturi e ha una consistenza simile a quella dei vini rossi. Tuttavia questo ottimo vino bianco è pieno, ricco di carattere e contiene poco zolfo. Il colore ricorda una chiara buccia d’arancia. Tutto questo lo rende un vino unico che dovrebbe essere bevuto immediatamente.

Suckling ha assegnato il secondo posto al Sauvignon Blanc Opoka 2013. Un altro con il  carattere squisito della terra di Opoka. È ricco e fruttato con note di mele e limoni. Suckling lo ha onorato con 95 punti.

Un altro gioiello dalle mani di questo viticoltore è Leonardo 2009. Una raccomandazione top da parte di Steven Spurrier, un esperto britannico del vino, che lo ha descritto come magnifico e straordinario, concentrato e pieno di energia e profondità. A questo vino sofisticato, proveniente dall’uva accuratamente raccolta a mano, ha assegnato 93 punti.

*

Queste sono le 3 cantine slovene maggiormente premiate. Se stai visitando il paese o acquistando dei vini sloveni, dovresti sicuramente tenere ad occhio questi vini. Se stai cercando un modo per assaggiarli prima, l’idea migliore è la degustazione. In questo modo attraverserai una selezione dei migliori vini locali con un esperto che può offrirti degli ottimi consigli sui tuoi ulteriori acquisti.